Česká centra, Czech Centres

Česká centra / Czech centres - logo

Program

04/lug/2020 13.00 - 14.30

Dibattito virtuale sulla stop-motion ceca

Un incontro di esperti che parleranno della stop-motion nella Repubblica Ceca. Parteciperanno cineasti e critici importanti, Tereza Brdečková, Patricia Ortiz, Luca Raffaelli, Daphne Rosenthal e Tami Berenstein. Potete guardare la discussione intitolata "Conversazioni virtuali sull'animazione ceca: la Repubblica ceca come culla della stop motion" gratuitamente il 4 luglio dalle 13 alle 14.30 (CET) dopo la registrazione su animayo.com. La discussione si svolgerà in lingua inglese.

La discussione si svolgerà nella stanza virtuale del programma Teeoh, che fornisce un ambiente interattivo unico in cui il pubblico è rappresentato dagli avatar, e può muoversi nella stanza, porre domande, battere le mani, etc. e creare un'esperienza più intensa.

Stop motion è uno dei mezzi più importanti di espressione artistica nel cinema d'animazione grazie alla significativa tradizione di marionette e teatro delle marionette. La Repubblica Ceca occupa una posizione significativa nella storia dell'animazione ed è considerata, grazie alla tecnica di stop motion, un esempio di riferimento unico. Insieme agli ospiti della discussione, impareremo di più su questa affascinante tecnica, il suo legame indissolubile con la tradizione artistica del paese, lo sviluppo e l'integrazione nelle singole fasi storiche, nonché i progressi attuali associati all'avvento di nuove tecnologie audiovisive.

 

Partecipanti:

Patricia Ortiz Martínez, nata in Spagna, è un'artista visiva che ha studiato belle arti presso il Politecnico di Valencia. Durante i suoi studi, ha vinto varie borse di studio e ha vissuto in città come Praga e L'Avana. Nel 2002 si trasferisce a Praga, dove attualmente vive. Nella Repubblica Ceca, si è concentrata sull'animazione, in particolare sulla tecnica di stop motion. È autrice di numerosi progetti e dal 2006 collabora con importanti registi di cortometraggi cechi. Tra il 2007 e il 2011, ha lavorato come preside di "Film and TV Graphics Studio" presso l'Accademia di arti, architettura e design di Praga, Accademia di arti, architettura e design di Praga. Attualmente lavora come direttore artistico e per la cinepresa. Per il suo lavoro nel film Fimfárium, è stata nominata per il premio Český lev (2011) nella categoria Best Artistic Achievement.

 

Luca Raffaelli è uno dei maggiori esperti italiani di fumetto e animazione, che si dedica alla promozione e al rinnovamento della scena culturale italiana come giornalista e autore. È scrittore, sceneggiatore e collaboratore di uno dei più importanti periodici italiani, La Repubblica, dove, tra le altre cose, lavora come editore di fumetti. Per molti anni è stato direttore artistico del festival di animazione "I Castelli Animati" (Genzano) e il festival del fumetto "Romics" (Roma). Era anche il Direttore artistico di "La città incantata" (Civita di Bagnoregio), incontro internazionale di artisti che salvano il mondo. Dal 2016 partecipa al festival di cinematografia d'animazione e arte poetica "Animavi" (Pergola), guidato dal noto regista Simone Massi.

 

Daphne Rosenthal e il suo lavoro si trovano al confine tra cinematografia sperimentale e belle arti. Lavora con vari materiali, utilizza tecniche di animazione e marionette, esplora movimenti, trame e stati d'animo che evocano emozioni tangibili. Daphne Rosenthal vive e lavora ad Amsterdam. Ha studiato alla Rietveld Academy (BFA 2008, Gerrit Rietveld Award per il miglior film e video 2008). Inoltre, ha forti legami con Los Angeles, dove ha studiato a Calarts (MFA Experimental Animation 2014). Il suo lavoro è stato presentato all'Alchemy Film and Moving Image Festival, Hawick, Scozia; Museo dell'Università di Chopo, Città del Messico; Mediamatic, Amsterdam; Quartier 21, Vienna; Nest, La Haya; Swedenborg Film Festival, Londra; Esperimenti cinematografici, Alburquerque; e all'Echo Park Film Center di Los Angeles. Nel 2018, Daphne ha ricevuto una borsa di studio AFK per un progetto che esplora argilla, ceramica, immagini in movimento e mondi non antropocentrici.

 

Tami Berenstein è un acclamata regista internazionale di film d'animazione e documentari, artista concettuale, animatore e illustratore. È anche la fondatrice e direttrice artistica di "AniNation", il Festival Internazionale dell'Animazione a Gerusalemme sotto l'egida del Jerusalem Film and Television Fund. Per otto anni ha lavorato come direttore artistico di Telad e Fox-Baby TV, dove ha creato una serie televisiva che è stata venduta a 85 canali televisivi in ​​tutto il mondo (Cuddlies, Crafty Rafty, National Geographic Jr., ecc.). È stata nominata per "International Children's Film Chicago Festival "e ha vinto numerosi premi" Asiff ". Era anche nominata per il premio "Ofir" (equivalente agli Oscar in Israele) per la sua sceneggiatura documentaria, e nell'estate del 2016 ha ricevuto il più alto riconoscimento di animazione dal "Notevole festival Animix" in Israele ed è la prima donna ad essere onorata.

 

Moderatore: Tereza Brdečková, giornalista, critico cinematografico, scrittrice, sceneggiatrice, traduttrice, presentatore, editore culturale e figlia di Jiří Brdečko, noto regista e sceneggiatore di film d'animazione cechi. Ha studiato montaggio presso la prestigiosa scuola di cinema FAMU. Nel 1995, ha ricevuto il Silver Quail Award dal Czech Literary Fund per il miglior giornalismo culturale. Scrive sceneggiature di film e serie (tra cui molti, ad esempio, i film “Zrcadla pro Valdštejna"e “Toyen" o le serieBohéma "e “Muž a stín"). È autrice di numerosi titoli letterari (“Sobecký itinerář”, “Listy Markétě”, “Šahrazád a král”, “Učitel dějepisu”, “Slepé mapy”,”Alhambra” e altri), ha anche scritto una monografia sulla vita e l'opera di suo padre "Jiří Brdečka: Life, animation, magic". Ha lavorato come drammaturgo presso Barrandov Studios e alla televisione ceca ha collaborato con il regista Zdeněk Týc in una serie di interviste, “Ještě jsem tady", che ha moderato.

Registrazione gratuita per il Festival Animayo Stop Motion: https://www.animayo.com/?accion=czechcentres&p=registro

La rete di centri cechi promuove la cultura ceca in tutto il mondo. I centri cechi in Belgio, Spagna, Francia, Grecia, Paesi Bassi, Israele, Italia e Russia stanno collaborando a questa edizione speciale del festival di animazione in stop motion, insieme alle Ambasciate della Repubblica Ceca in Colombia, Spagna e Italia, nonché a FAMU, NFA, Congo Film School e produzione. Film di Maur.

 

Luogo di svolgimento:
Data

04/lug/2020 13.00 - 14.30

Organizzatore principale:

Istituto Culturale Ceco è co-organizzatore dell´evento


Ricordare l´evento
L´evento non può essere ricordato perche è già cominciato